Ottobre è il mese che possiamo definire “preparatore”, quello dove si cominciano a gettare le basi solide per proteggere le nostre piante dalle gelate e dalle temperature rigide.

Ad ottobre vige la regola delle “P” : Potatura e Pulizia.

Durante questo mese sono molti i lavori da fare in giardino, è bene avere un occhio di riguardo verso la pulizia dello stesso. Potete cominciare con la potatura dei cespugli, delle aiuole e degli arbusti, e continuare con l’eliminazione dei rami spezzati e per finire coprire le piante che non resistono alle temperature gelide e concimare invece le varietà che producono fioriture invernali.

Le Potature

In autunno si esegue la potatura degli alberi ad alto fusto e per molti arbusti. Non bisogna potare con superficialità: ogni intervento di potatura se effettuato nel periodo sbagliato può arrecare un danno alle piante.

Quali alberi si potano in autunno:

  • il Faggio,
  • la Quercia,
  • la Betulla,
  • il Tiglio,
  • il Pioppo,
  • l’Acero,
  • il Liquidambar
  • il Frassino.

Bisogna potare anche le siepi  con potatura di mantenimento e per conferirne la forma desiderata.

Gli arbusti sempreverdi da potare in autunno sono quelli più resistenti alle basse temperature come Agrifoglio, Osmanto, Piracanto e Ligustro.

Le semine

I lavori del mese di ottobre prevedono anche quelli di semina. Prepariamo anche le aiuole di bulbi a fioritura primaverile, se posti a dimora adesso ci daranno già una bellissima fioritura a partire dal prossimo anno.

Ottobre è il mese di Talee, ed è proprio la Rosa il fiore ideale per le talee di questo periodo, senza dimenticare anche le splendide Camelie, le Ortensie.

In ottobre è bene valutare l’eventualità di riseminare il prato, per riempire eventuali lacune o per rinfoltirlo; il clima fresco e le piogge autunnali ci aiuteranno a far germinare al meglio le sementi, i prati già a dimora necessitano di una concimazione, con concime organico o con concime granulare a lenta cessione.