Con l’arrivo della primavera, il tuo giardino richiede attenzioni specifiche per la manutenzione del prato a marzo, essenziali per garantire una ripresa vigorosa del manto erboso e prepararlo al meglio per le temperature estive.

Sei pronto a rigenerare il prato dopo l’inverno? Scopri quali interventi sono necessari per restituire vigore e colore al tuo giardino nella stagione primaverile.

Un elemento cruciale da considerare è la temperatura: le operazioni di cura possono iniziare solo quando il rischio di gelate tardive è scongiurato e la temperatura del suolo si stabilizza sopra i 10/12 gradi.

Prato sano: manutenzione base

Se il tuo giardino mostra un prato in buone condizioni, senza aree ingiallite o danneggiate, ecco tre passaggi fondamentali:

  • Taglio basso (circa 3 centimetri),
  • Arieggiatura: essenziale per rimuovere il feltro e favorire l’ossigenazione del terreno,
  • Concimazione primaverile: fondamentale per nutrire il prato, soprattutto con prodotti ricchi di azoto per stimolare una vigorosa ripresa vegetativa.

Prato leggermente ingiallito

Un prato che presenta un lieve ingiallimento superficiale, tipicamente causato dal freddo invernale, necessita di:

  • Taglio basso (circa 3 centimetri),
  • Arieggiatura
  • Concimazione: per ritrovare il verde e la vitalità in breve tempo.

Prato con zone diradate

La risemina del prato è la soluzione ideale per queste aree, ristabilendo la densità del manto erboso.

Concimazione e cura preventiva

Ricorda che concimare il prato è cruciale non solo in primavera ma durante tutto l’anno, rispondendo a diverse esigenze nutritive stagionali. In marzo, privilegia i concimi azotati.

L’inizio della primavera è anche il momento ideale per un trattamento preventivo antifungino del prato, evitando l’insorgere di malattie con l’uso costante di prodotti specifici.

Irrigazione a marzo

Un sistema d’irrigazione efficiente è alla base di un prato sano. Controlla e mantieni il tuo impianto d’irrigazione per assicurarti di fornire la giusta quantità d’acqua, ottimizzando risorse e comodità.

Verifica che l’impianto di irrigazione funzioni bene e sia privo di corrosioni o altri danni per partire subito all’arrivo della bella stagione. Con un buon impianto d’irrigazione sarai in grado di fornire al tuo giardino la giusta quantità d’acqua sfruttando le ore nottune, riducendo così lo spreco d’acqua e di energia elettrica con la comodità di poter irrigare automaticamente il giardino anche quando si è in vacanza.

Seguendo questi consigli e interventi, il tuo giardino sarà pronto a sfoggiare un prato rigoglioso e sano.

Non dimenticare la nostra parola d’ordine: CURATE IL GIARDINO.

Arrivederci al prossimo mese!